Fate pena!

Mentre il Ministro degli Esteri Frattini (quello che ha fatto le vacanze alle Maldive mentre i suoi omologhi europei si incontravano a Bruxelles per affrontare la crisi in Georgia, invasa da Putin) mostra fieramente la sua compagna neanche fosse un tronista di Uomini e Donne; mentre in Brasile, nella regione dell’Amazzonia, i soliti capitalisti e i soliti schiavisti, aiutati da politici corrotti, stanno smantellando uno degli ultimi polmoni del mondo come le foreste dell’Amazzonia; mentre il Capitano coraggioso e noto timoniere D’alema cade dal suo gommone senza che il mare fosse agitato; mentre Luxuria, prossima all’Isola dei Famosi, fa outing ammettendo di essersi prostituita perchè era in un momento difficile (quindi stando al Vladimir- pensiero tutte le donne in difficoltà si dovrebbero prostituire, umiliandosi e vendendosi come merci, invece di sacrificarsi, di combattere e di farsi aiutare); mentre la Scuola italiana rischia di vantare il vergognoso primato di bocciati sintomo di una Istituzione morta e sepolta non solo per l’incapacità degli ultimi Ministri ma anche, non meno grave, per l’assoluta incompatibilità al ruolo di docenti di pseudo decerebrati giovanotti figli di una generazione ipod-izzata e grandefratel-lizzata che consente a dei lattanti alimentati alla scamarcio e alla moccia piuttosto che con una autorevolezza (ben diversa dall’autorità dietro la quale si nascondono questi professoroni di oggi) rigida e severa, di fumare insieme a loro in classe o di farsi mettere le mani sulle natiche, se donna, (come scordare il caso della prof.ssa di lecce che tanto fece discutere tempo fa) o giocare al cellulare mentre si spiega; mentre Panorama (giornale di Berlusconi) pubblica intercettazioni segrete (le intercettazioni sono pubbliche quando vengono consegnate agli avvocati delle parti coinvolte e sono segrete quando in possesso dei soli organi inquirenti come le Procure, vuol dire quindi che qualcuno ha fatto la talpa..) relative ad episodi del 1993 che avrebbero coinvolto il vecchio premier Romano Prodi (che nel 1993 non era neanche in politica..) che rigetta, da gran signore, le patetiche espressioni di solidarietà di Al Tappone per il vile attentato (ma il giornale non è il suo?) chiedendo piuttosto che tutto il pubblicabile e l’intercettato sia pubblicato proprio per dimostrare non solo l’inconsistenza dei fatti nei quali viene citato ma anche la sua completa estraneità ad essi, evidenziando come dietro un caso creato ad arte dai soliti “stregoni” della politica non ci sia che un incantesimo per qualche altra legge ad personam che li salvi dai loro reati; mentre stiamo per regalare Alitalia ai francesi (qui la spiegazione del delirante dono ai francesi che costerà a noi italiani qualche miliardo di euro) nonostante Al Cafone grida al mondo di aver brillantemente superato anche questa emergenza dopo quella dei rifiuti a napoli; mentre tutti impazzano per il Fantacalcio e per il ritorno del campionato più bello del mondo, ecco che la violenza dentro e fuori gli stadi, sin dalla prima giornata, prosegue imperterrita procurando danni ingenti a tutto quello che le bestie, all’anagrafe ultras, incontrano sui loro percorsi, stavolta treni, e non curandosi minimamente, nella loro furia selvaggia, di cosa sortisca la loro ingiustificata violenza e reazione contro ciò che si oppone a loro, siano persone o cose. E se da un lato ci si aspetterebbe che su questioni che non dovrebbero essere nè di destra nè di sinistra, perchè nell’interesse collettivo, la politica facesse fronte comune per arginare definitivamente questi sciaccalli e questi bastardi (è la categoria di delinquenti che ha ucciso a Catania, lo scorso anno, il poliziotto Raciti), invece di attaccarsi come sempre a vicenda in modo indegno e deplorevole, con ciascuno che sputa sull’altra parte le responsabilità di queste empietà, dall’altro lato, i cittadini, quelli che come sempre oltre al danno devono subire anche la beffa, oggi sono costretti a desolarsi profondamente, di nuovo, nell’apprendere che dopo neanche 24 ore dagli arresti, sono stati tutti scarcerati gli autori delle violenze dei treni dovendo la magistratura rispettare le leggi sulla sicurezza che il nuovo governo ha varato da poco non potendosene inventare di sue.

A tutti voi che state minando il nostro Paese, solo una ultima e indimenticabile parola:
Fate pena!

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Commenti

  • Vane  On 2 settembre 2008 at 15:53

    mi aggiungo alla tua voce FATE PENA!!…buona serata caro Indiano^^..bacini^__^….

  • Calliope  On 3 settembre 2008 at 05:54

    Complimenti!Hai fatto un quadro della nostra società degno delle più famose testate giornalistiche…Indipendente.Hai ragione, loro fanno pena e noi peniamo, ogni giorno per quel diritto di cui dovremmo godere nel nome di una sana convivenza civile:Sicurezza e governo all’altezza.Ma..come siamo in basso :((((Complimenti per il tuo blog, interessantissimo, ci ho dato un’occhiatina scorrevole ma ritornerò senz’altro)Buona giornata

  • fable  On 3 settembre 2008 at 09:09

    Perfettamente d’accordo con te. Posso pubblicare (con il link) questo bel post sul mio blog ?

  • indiano  On 3 settembre 2008 at 11:24

    certo fable..tutto quello che è presente in questo blog è a completa disposizione tua e di quanti condividono i nostri pensieri essendo indispensabile tra noi tutti trasmettere saperi ed esperienze.Basta avvisare, cosi come tu hai fatto onestamente e corretamente.. :-)indiano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: