Le omelie del Papa


Il Papa: “Provo ancora dolore per la Notte dei Cristalli“, La Repubblica
Il Papa: “No a ogni antisemitismo“, Corriere della Sera
Il Vaticano: “Omosessuali non possono diventare preti“, La Repubblica
Betori: “Anche la Chiesa pecca“, La Repubblica
Don Vitaliano: “Ratzinger come Pio XII“, Micromega

Buon pomeriggio e buona domenica.

Come sanno quelli che mi leggono, la discussione della domenica la dedico a quanto attiene al mondo della Chiesa e a quello che il Vaticano comunica e vuole che si sappia demandando alla società civile l’arduo compito di decriptare i suoi messaggi e di tradurli nella realtà.

Nelle ultime settimane il Pontefice si è alquanto lasciato andare a espressioni, sui più diversi aspetti del nostro vivere, che hanno portato perplessità e scetticismo a coloro che erano i destinatari di certi messaggi, soprattutto alla luce di quelle che sono state e continuano talvolta ad essere le condotte di un Vaticano surreale.

Prima si è parlato dei contraccettivi e di quanto la Chiesa opti per un certo tipo di famiglia e di rapporti tra uomo e donna, poi è stata la volta del perbenismo clericale nel nome del quale si condanna e si chiede scusa per quanti omosessuali e pedofili ci sono nella chiesa (peccato poi che restino sempre tutti ai loro posti e che nel frattempo delle migliaia di famiglie colpite da questi Satana con il saio non si occupa nessuno..), poi è stata la volta degli attacchi a quanti vivono nella discriminazione razziale e nell’insulto verso il prossimo, ma anche dell’indecente silenzio, proprio mentre era in Campania, contro tutti gli attacchi e gli attentati mafiosi che si stanno registrando non solo nel napoletano (con Giovanni Paolo II invece che in diverse occasioni ne parlò e ne parlò con durezza con coraggio e con determinazione), poi è stata la volta della finta solidarietà a quanti stanno patendo per la crisi umanitaria in Congo e per quanti piangono le migliaia di morti dovuti alle sevizie e alle cattiverie del regime militare che sta occupando il territorio (i circa 9 miliardi di euro che marciscono nelle banche vaticane, lo Ior, o anche solo una parte dell’otto per mille perchè non viene usato per queste gravissime guerre che accrescono soltanto le violazioni dei diritti umani?), infine è stata la volta della polemica sulla beatificazione del Papa Pacelli, il quale viene accusato di essere rimasto in silenzio davanti al nazismo e all’Olocausto.

Non so se i link posti in apertura come piccola rassegna stampa possano servire, ma è sicuramente indispensabile che ciascuno di noi si faccia una idea e che contempli la possibilità di esprimere liberamente la propria opinione sempre e per merito della quale si ponga fine a queste patetiche e quotidiane omelie che ci vengono propinate in modo enfatico e trionfalistico da telegiornali asserviti e da giornalisti inetti affinchè si abbia il coraggio di liberarci da queste litanie squallide e patetiche..

Annunci
Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: