Meglio lo yo-yo che la lotta alle mafie

Qualche giorno fa, con la riflessione “Gianni Riotta e l’Informazione fai-da-te“, evidenziai come e quanto faccia pena e schifo l’Informazione prodotta dal Tg1 amministrato da quel “gran sapientone” di Gianni Riotta.

Non sono passati tantissimi giorni, eppure, l’Italia, il Paese nel quale ogni giorno c’è un nuovo scandalo, deve fare i conti con una nuova crisi politica – economica – morale proveniente dalla Campania e come si sia passati dalla “monnezza” gestita dalla camorra collusa con una certa politica alla “monnezza” politica collusa con una certa camorra.

Due facce della stessa medaglia. Il denominatore è però comune.
Si scrive e si legge Mafia.
Almeno per me.

Come non declinare con tale nome, infatti, il comportamento di un telegiornale pubblico che non segue il processo (oltre a quello del Premier a Milano, il cosiddetto Processo Mills) del Governatore Regionale Bassolino (seguito dal solo Daniele Martinelli), come giudicare un telegiornale che non fa alcuna chiarezza non sul suicidio del povero assessore Nugnes ma su tutto quello che c’è dietro, sugli “scheletri nell’armadio” ossia truffe pari per circa 400 milioni di euro orditi da una banda composta da politici imprenditori locali e una certa criminalità?

Fortunatamente, anche l’ex onorevole Mussi, come si evince dall’articolo sotto linkato, riferendosi però alla crisi economica, contesta duramente e giustamente quello che dovrebbe essere il notiziario di punta della Rai, soffermandosi poi su come nei giorni scorsi si sia data grande visibilità e importanza ad un evento fondamentale svoltosi a Casalecchio di Reno, vicino Bologna: il campionato nazionale di Yo Yo. A poche centinaia di metri, si stava svolgendo da una settimana “Politicamente Scorretto”, rassegna dedicata alla lotta alle mafie alle quale sono intervenuti parenti delle vittime di mafia, magistrati, scrittori, studiosi e giornalisti per denunciare con forza gli atti criminosi compiuti da quella che è stata definita da Giancarlo Caselli – durante uno degli incontri – “la peggiore delle metastasi che si diffonde e penetra nel nostro paese”. Ne avranno parlato al Tg?

Nel tg1 di sabato ampio spazio per lo Yo yo. Sui seminari sulla mafia neanche un accenno…

Meglio lo yo-yo che la lotta alle mafie, di Stefano Corradino, Articolo 21

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: