Siamo in guerra..

Siamo in “guerra”!!

Mi duole moltissimo utilizzare questa espressione non propriamente conciliante con il mio essere pacifico e tollerante, sottolineando, poi, che si tratta di una affermazione netta ed inconfutabile e non purtroppo di una domanda.

E senza voler essere per forza catastrofici o eccessivamente pessimisti, nonostante l’ottimismo del nostro Premier, non posso non giudicare in modo assolutamente drammatico la diaspora che si sta consumando tra i Poteri di uno Stato, sempre più in antitesi tra di loro e sempre più Casta/Cosca contro un’altra Casta/Cosca.

Perchè se da lato abbiamo la Cosca dei Politici con diversi boss che si contendono il primato a seconda degli interessi occulti da perseguire e da soddisfare non solo per il loro benessere ma anche in nome di quelli per cui lavorano, cioè mafiosi industriali e banchieri, scannandosi in quel bunker che è il Parlamento che rappresenta il Potere Legislativo, ecco che la Casta dei Magistrati, custode del Potere Giudiziario che dovrebbe essere amministrato ed esercitato nel nome del Popolo Italiano (come recita la Costituzione) secondo il principio che La Legge è Uguale Per Tutti, si comporti come e peggio della Casta dei Politici, perchè quando non litigano con essa furiosamente portando non solo a una grave instabilità democratica ma anche culturale resa da celebri citazioni quali per esempio “I giudici politicizzati sono una metastasi della democrazia”, litigano tra di loro per motivi a volte inconcepibili e intollerabili non solo a chi è sensibile alla Legalità ma anche a quei colleghi dissidenti che dimostrano di essere al di sopra di ogni sospetto apparendo, oltre proabilmente ad esserlo, trasparenti ed onesti, praticamente perfetti nella inconfutabile tesi che Il magistrato è inattaccabile perchè imparziale.

La vicenda di De Magistris sta confermando il contrario.

La vicenda di una Politica nella quale la Questione Morale è un tabù è una altrettanto immane vergogna.

La vicenda, infine, di una Informazione di Regime che ottempera soltanto al volere di un Padrone è la prova che questo Paese è prossimo ad autodissolversi.

Si, siamo in “Guerra”.. ed è necessario che ci si attrezzi per non morire schiacchiati..

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Commenti

  • Bastian Cuntrari  On 9 dicembre 2008 at 12:12

    Indiano, prima di dichiaraci “caduti in guerra” aspettiamo gli eventi. Io spero che dalla faccenda De Magistris sortisca qualcosa di buono, che riesca a far luce sulle collusioni che giustamente indichi quali Casta/Cosca.Teniamo duro, amico!

  • indiano  On 9 dicembre 2008 at 12:47

    La mia dichiarazione non è un atto preventivo e aprioristico, ma avendo cominciato a leggere qualche pagina del decreto di perquisizione redatto dalla procura di salerno contro quella di catanzaro la quale sarebbe nei suoi vertici responsabile di un complotto ai danni di de magistris, mi viene il vomito nel vedere cosi tanto il marcio, e temere soprattutto che non cambierà niente..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: