Quel destrorso di Di Pietro

Il post di Pietro è vecchio ormai di qualche giorno, ma lo riprendo volentieri non solo per il comportamento del “proprietario” dell’Idv, ma per il tema ad esso collegato delle carceri a cui sono particolarmente legato. Perché è per me inammissibile che in un Paese civile e democratico possano esserci questi campi di concentramento e questi lager moderni dove chi ha sbagliato viene condannato ulteriormente ad una esistenza miserabile, senza alcuna carità, compassione e rispetto per i diritti umani. Non per niente su queste delicatissime sfere non poche volte è intervenuta l’Unione Europea e recentemente la Corte di Giustizia Europea ha sanzionato il nostro Paese per quel che avviene nei 206 penitenziari italiani. Dove sono stipati come topi oltre 68 mila persona, quando la capienza regolamentare è di 45 mila.

Da un partito di centrosinistra, pertanto, che si sciacqua la bocca affermando di voler essere paladino dei valori degli ultimi, degli invisibili e degli indifesi, bisogna aspettarsi di più. Bisogna pretendere coerenza e responsabilità. Qui, invece, ciò che appare è soltanto una inverosimile e immorale speculazione sul dolore, nonostante l’art. 27 Costituzione imponga la rieducazione di chi ha sbagliato affinchè sia restituito alla socialità “rinnovato nello spirito”, da parte di questi politicastri da strapazzo che pensano ad alimentare soltanto la loro egolatria e a rinvigorire le loro politiche clientelari. Ad ubbidire per preservare il loro consenso costruito sulla menzogna.

Qualche giorno fa, al Senato, la maggioranza che sostiene Monti ha votato il decreto salva – carceri che per quanto non sia misura salvifica e risolutrice dei mali, punta a dare immediatamente un minimissimo sollievo ai detenuti, in attesa chiaramente di tutti i provvedimenti strutturali, più organici e completi che possano rappresentare una soluzione ad un affannoso trauma che si trascina da tantissimi anni nel nostro Paese. L’Idv ha votato contro. Ecco spiegata la mia amarezza e il mio sfogo.

Annunci
Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: