SOS Impresa rilancia l’allarme

Il XIII Rapporto di Sos Impresa, pubblicato in questi giorni, è uno strumento utile non solo perchè rilancia la necessità di un’attenzione ben superiore rispetto a quella oggi espressa dalle forze politiche e dalla stampa sulle organizzazioni criminali, delle quali si parla sempre troppo poco, ma anche perchè evidenzia con chiarezza quanto oggi la questione criminale sia anche una questione economica e finanziaria.

La criminalità mafiosa non è un fattore esterno alla storia economica, alla storia politica, alla storia sociale. L’economia criminale non può essere separata dal ragionamento sull’economia in generale. Ciò che è proibito dalle leggi dello Stato non è proibito dal mercato che, da questo punto di vista, si dimostra non regolabile dalle leggi dello Stato, né dalle leggi “morali”. Se c’è una richiesta, il mercato risponde. Il “mercato” è indifferente al fatto se questa richiesta (o questo bisogno) sia legale o illegale. Il che vuol dire che non è vero che la criminalità distrugge ricchezza. Se ha tanta forza e tanto consenso è proprio perché la criminalità è uno dei fattori e della circolazione della ricchezza, non è affatto un elemento esterno al mercato. Mentre prima si riteneva che l’economia criminale riguardasse esclusivamente i beni illegali (che in qualche modo distribuivano la ricchezza), oggi bisogna prendere atto che non esiste incompatibilità tra mercati legali e mercati illegali. L’incompatibilità è solo morale e giuridica, non del mercato. Attività e traffici legali ed illegali convivono tranquillamente e sono pagati con la stessa moneta. Non c’è un euro legale o un euro illegale. L’organizzazione economica dell’impresa mafiosa tende all’equilibrio generale, ed è generalmente caratterizzata da scarsa innovazione tecnologica. Basterebbe chiedersi, perché non esistono imprenditori mafiosi che producono macchine? Perché le mafie non investono sulla produzione ed investono di più sulla distribuzione? 

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: