Gli italiani sono regrediti a servi volontari

Questa Festa della Repubblica cade purtroppo in un tempo buio e assai disonorevole per il nostro Paese, dilaniato dalla faziosità più becera della sua classe dirigente, totalmente sorda alle urla di dolore di un popolo sfiduciato, rassegnato, arrabbiato. La politica carismatica e responsabile, capace di interpretare e di affrontare i problemi reali e percepiti, non esiste più. E nel pensare, perciò, alla Repubblica, al nostro Paese, a quello che è stato, mi sono tornate in mente le parole del politologo Maurizio Viroli, tratte dal libro “La Libertà dei Servi” (edito da Laterza).

Con la nascita della Repubblica, i servi che si emancipano non diventano subito cittadini liberi, ma liberti: “gli sventurati, dice Calamandrei, che hanno ancora sui polsi le lividure delle catene ventennali e nella schiena l’anchilosi dell’assuefazione agli inchini; e non riescono a sentire i nuovi doveri della libertà”. A più di 60 anni di distanza dobbiamo malinconicamente constatare che gran parte degli italiani non si sono elevati da liberti a cittadini liberi, ma sono regrediti da liberti a servi volontari. Il dovere di resistenza senza il dovere di lealtà distrugge la legalità, che è il fondamento della libertà repubblicana; il dovere di lealtà senza il diritto e il dovere di resistenza dissolve la fierezza civile che è sostegno altrettanto necessario della libertà repubblicana. Sul costume si agisce con l’educazione civica. Alla formazione di una persona libera devono concorrere la ragione, nelle sue diverse forme, e talune passioni. Insegnare a ragionare su questioni morali è forse in Italia il più urgente impegno civile.


Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: