Gli Stati Generali della Bicicletta

In questi giorni, a Reggio Emilia, gli Stati Generali della Bicicletta.

Una mobilità nuova ha bisogno di regole ma anche di un netto cambio di paradigma. Senza adeguate infrastrutture è impossibile mettere in pratica misure concrete a tutela di bici e pedoni. Il primo aspetto su cui bisogna intervenire nel breve periodo riguarda proprio la riduzione della velocità in ambito urbano, mantenendo il limite di 50 chilometri orari soltanto nelle arterie di grande scorrimento e abbassandolo a 30 in tutte le altre strade (istituendo zone a traffico residenziale moderato secondo gli standard europei). Se in passato l’automobile rappresentava uno status symbol, oggi invece è una pietra al collo di tutti e bisogna puntare sull’intermodalità bici + trasporto pubblico per rendere le nostre città più vivibili.

A Bari, intanto, possibile (e auspicata) svolta nella mobilità elettrica con l’installazione di colonnine di ricarica. Mentre a Padova, con l’ausilio di Banca Etica, si sperimenta il car sharing.

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: