Idv, si chiude il sipario

“L’Italia dei Valori è morta”. Ad affermarlo, con sgomento e perentorietà, è lo stesso Antonio Di Pietro, in questa intervista. Decisiva, per lui, quella rilasciata a Report, da cui emerge una gestione allegra delle finanze del partito e con i fondi pubblici, in parte, impiegati per acquistare immobili. Le reazioni sono state veementi. Massimo Donadi, Capogruppo alla Camera e importantissimo dirigente nazionale, ha dichiarato di essere pronto a lasciare l’Idv (per andare nel Pd?), per divergenze non più riassorbibili. Pancho Pardi e Antonio Borghesi, altri due parlamentari con incarichi dirigenziali, rivelano apertamente, rilanciando il tema della questione morale sollevata da tempo da De Magistris, l’urgenza di avere un leader diverso da Di Pietro. Al quale non resta che il sostegno di Travaglio. Ma è, a quanto pare, e fino a prova contraria, la cosiddetta base che chiede al padre-padrone del partito di fare il passo indietro. Queste i fatti. Alcune opinioni, ora. E’ indubbio che il partito si stia sbriciolando e in questa faida tra correnti non ci è dato sapere chi la spunterà. Perché, sebbene ci siano dei militanti davvero onesti, capaci ed appassionati, molti dei quali sono da me stati conosciuti e apprezzati in questi anni – mi riferisco all’Idv Puglia – e per i quali l’impegno politico deve avere una finalizzazione etica e pratica, la stragrande maggioranza degli aderenti, a tutti i livelli, a prescindere dalla fazione di appartenenza, è schierata a salvaguardia della propria poltrona o per bramosia di essa. C’è poco da girarci intorno. E non possiamo più continuare a tollerare quel velo di ipocrisia che maschera ed occulta la realtà. Ci sono deputati, nient’altro che servi nelle mani del leader a cui hanno affidato il proprio futuro politico, che sono terrorizzati dall’idea che Idv resti fuori dal Parlamento alle prossime elezioni Politiche e che si muovono come serpenti a sonagli. Non hanno capito che il loro tempo è finito. E che devono tornare al loro lavoro originario, se ne hanno uno. Gli italiani non sopportano più i parassiti e gli sciacalli. Può sembrare una visione utopista ed eccessivamente romantica, la mia. Ma la politica, lo dico da tempo e lo ripeterò fino allo sfinimento, a prescindere da cosa deciderò di fare “da grande”, deve tornare ad essere interpretata con passione e generosità. Con atteggiamenti umili e leali. Dove le differenze siano esaltate e non negate. Per creare un benessere tangibile e disponibile. Vero.

Fino ad aprile del 2011 IDV era un partito in crescita in tutti i sondaggi. Poi la caduta di Berlusconi e la folle deriva estremista e senza prospettive contro il nuovo governo Monti ha via via isolato il partito. “Monti e’ peggio di Berlusconi” ha avuto la saggezza di dire IDV. Nessun governo degli ultimi venti anni ha invece saputo prendere cosi tanti provvedimenti strutturali come Monti. Dopo tanti tentativi il numero di Province e’ stato tagliato – tanto per citarne uno. Politicamente la linea seguita dall IDV e’ stata un vero suicidio. Ha tagliato i ponti con PD e Sel; non si e’ accorta che tanto era in arrivo un uragano populista ben piu’ credibile di Di Pietro e costituito da M5S e Grillo! IDV e’ totalmente isolata e non ha un programma politico. E’ un partito inutile. Ma sotto la cenere covavano i mali strutturali del partito: verticismo assoluto, familiari piazzati nelle posizioni elettive, numerosi personaggi impresentabili in posizioni di rilievo, uso disinvolto dei soldi del finanziamento pubblico. Non c’e’ partito se non c’e’ confronto interno. Ma basta guardare la composizione degli organi di governo di IDV per capire come sia fatta di quasi tutti yes-man e yes-women. Si chiude il sipario. (Sandro Trento)

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: