I miei più sinceri auguri a tutti voi..

Madre_Teresa_di_Calcutta. copia

E’ anche quest’anno è arrivato Natale. Probabilmente la ricorrenza più festeggiata nel mondo e più apprezzata universalmente, per la magia che rivela e per quella naturale tendenza a volerla trascorrere, nonostante tutto, in pace e in famiglia. Ecco potrei limitarmi, forse, a qualche frase di circostanza e a linkare gli articoli che ho scritto per questa occasione (usciti sull’inserto di Epolis qualche giorno fa: Paese che vai, Natale che trovi e Regaliamo, ma con stile), ma Natale è tempo anche di bilanci, sull’anno che è stato, e di auspici, per l’anno che tra qualche giorno inizierà. Il 2012 è stato, per me, un anno complicato. Non che i precedenti non lo siano stati, ma questo in particolare, pur nelle difficoltà, è stato un anno importante. Se nell’ambito universitario le cose sono andate discretamente con la soddisfazione di aver superato, bene, esami tostissimi come Scienza delle Costruzioni e Restauro Architettonico con la possibilità di chiudere il mio ciclo di studi finalmente tra non tantissimi mesi, nell’ambito “sociale” ho fronteggiato tante esperienze che inevitabilmente mi hanno fatto crescere e maturare. Dopo aver chiuso l’esperienza a GoBari, ho avuto il doppio privilegio sia di iniziare la collaborazione con il webquotidiano nazionale Ediltecnico.it per i professionisti dell’edilizia e dell’urbanistica curato dalla Maggioli Editore, sia quella con il quotidiano cartaceo locale Epolis, tra i più letti di Bari, il cui direttore (ma con lui tutta la redazione) mi ha accolto benissimo e verso il quale non potrò non avere sempre profonda stima ed ammirazione per gli incoraggiamenti, per gli stimoli, per il rispetto con cui mi ha sempre trattato. E nel mondo del giornalismo, soprattutto quello locale, non è oggi proprio la normalità, come pur dovrebbe essere, rapportarsi così nei confronti dei più giovani cronisti che con dedizione e curiosità si affacciano alla professione. Nel corso dell’anno, poi, ho incrociato l’esperienza nazionale di Salviamo il Paesaggio volta a tutelare quel bene comune che è il nostro territorio dall’insidia del consumo di suolo predeterminato dall’eccessiva cementificazione e antropizzazione dei nostri centri abitati. Ho vissuto tante esperienze che mi hanno arricchito e qualche volta deluso. E ho conosciuto tante persone, con molte delle quali nel nuovo anno spero di costruire qualcosa di buono per la nostra città e da ciascuna delle quali spero di aver colto il meglio, a dimostrazione di quanta ricchezza umana e culturale si nasconda nella nostra Bari e come oggi questo patrimonio non sia affatto valorizzato. Probabilmente avrò deluso più di qualcuno per i miei limiti e per il mio carattere nient’affatto facile e lineare. O per quella che è potuta sembrare poca disponibilità verso di loro. Ecco, se proprio devo condividere un rimpianto è quello di aver visto meno di quel che avrei desiderato alcuni amici e amiche. Ma, spesso, ci si incontra a metà strada e sono dell’idea che oggi bisognerebbe apprezzarsi più per i difetti che per i pregi, se davvero i rapporti vogliono saldarsi sull’autenticità e sulla lealtà reciproca. Se potessi, infine, esprimere un desiderio mi piacerebbe che ci fosse la fine di “QUESTO mondo, cosi colmo di miseria umana e di povertà; di violenza e di intolleranza; di ipocrisia e di arroganza. Dove per gli ultimi, per i più fragili, per i bambini, per gli anziani, per i malati, l’unico diritto possibile sembra essere quello del silenzio e dell’invisibilità. Sarò romantico, idealista o soltanto cretino, ma vorrei un mondo dove la regola sia la pace, sia l’amore, sia la solidarietà, sia il rispetto e la tolleranza reciproca. La felicità è possibile ed è reale solo se condivisa”. La rivoluzione si può fare se rivoluzioniamo noi stessi e la nostra quotidianità, portandola fuori dai luoghi comuni e dalla retorica quotidiana. Auguri sinceri a tutti!

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: