La burocrazia affonda il waterfront di San Girolamo?

san girolamo aspetta il waterfront

Venerdi scorso ho partecipato, come si legge nell’articolo uscito il giorno seguente su Epolis, al monotematico consiglio circoscrizionale che aveva all’ordine del giorno il waterfront di San Girolamo. Un’occasione utile per fare, con l’assessore ai lavori pubblici Marco Lacarra, il punto della situazione rispetto ad un’opera pubblica tanto attesa da tutti i cittadini quanto strumentalizzata per fini elettorali, soprattutto ora che siamo a poche settimane da una competizione fondamentale per il futuro del nostro Paese.

L’incontro, però, a mio modesto parere, è stato inutile. Non solo perché l’assessore, per quanto garbato e gentile nel rispondere a tutte le sollecitazioni provenienti dai consiglieri sia di maggioranza sia di opposizione, concretamente non ha detto niente di nuovo se non ripetere il cronoprogramma che prevede un iter burocratico ancora lungo diversi mesi, ma anche perché i medesimi consiglieri hanno trasferito all’unico cronista presente, il sottoscritto, la sensazione di stare in aula più per legittimare il loro presunto ruolo (e prendere il gettone di presenza) che per pungere acutamente e duramente il medesimo assessore per la tempistica di quest’opera pubblica di cui si parla, più seriamente, da almeno 5 anni. Ma che è attesa da almeno 20. Perdendo l’occasione di interrogarlo, con l’ausilio di diversi articoli usciti sulla stampa locale nel corso dei mesi che hanno attestato tutti i rinvii, proprio su questo, con una banalissima domanda: è ammissibile sprecare – accertate le responsabilità anche degli altre istituzioni coinvolte nei processi decisionali – 5 anni per predisporre un bando?  A ciascuno di noi la facoltà di rispondere liberamente. Intanto ecco gli ultimi articoli, pubblicati recentemente da Epolis, dedicati al progetto di rigenerazione del waterfront di San Girolamo.

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Trackbacks

  • […] amici che leggono questo blog, ho parlato e scritto spesso. A questo proposito, infatti, ricordo quest’ultimo e relativamente recente articolo, e il seguente, sempre tratto da Epolis, integrato da […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: