C’è un mondo che non conosciamo

L’intervista fatta ieri, per Epolis, a Khadim, il ragazzo senegalese di 34 anni e barese d’adozione che sabato scorso ha fermato un rapinatore armato di coltello (la vicenda è stata raccontata anche su Cosmopolismedia), mi consente di riaffrontare il problema dell’immigrazione. Sotto diversi punti di vista. Quello politico-istituzionale: nonostante la precarietà e la poca stabilità del nuovo Parlamento, già presentate 18 proposte per dare la cittadinanza ai figli dei cittadini stranieri nati in Italia. Quello politico collegato, purtroppo, alla cronaca nera, con vicende che destano angoscia ogni volta ma poi puntualmente non vengono affrontate come si deve. E’ l’ennesima storia di uno sbarco di migranti (qui) finito in tragedia (qui). Quello economico: è indubbio che con la crisi economica vigente, ovunque in Europa, facciano la parte dei leoni i “signori del profitto”. Giungono in Italia gli imprenditori russi con le loro varie attività commerciali. Quello sociale: la speranza di un (altro) ragazzo senegalese che grazie alla musica si sta costruendo un avvenire anche professionale.

I migranti e i cittadini di origine straniera non sono marziani. Sono, molti di loro, (già) italiani. E, non soltanto per questo, devono essere trattati per quel che sono: nostri fratelli con i quali costruire un presente e un futuro migliore. Un tempo nel quale la differenza culturale e sociale sia un valore che arricchisca tutti. Con il pregiudizio “straniero=criminale” estirpato per sempre dalla nostra dialettica e dalla nostra testa. Prima lo capiamo, meglio sarà. Per tutti. E per l’Italia. E per l’Europa.

Un eroe. Ho fatto una buona azione

Annunci
Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: