Archivi delle etichette: Emergency

Per Emergency

Ogni due minuti curano una persona. Da 19 anni. Anche in Italia, da un pò di tempo a questa parte.

Grazie di cuore per quanto fate. E per come lo fate.

Auguri Emergency!

Annunci

Un caro saluto a Teresa Sarti


Il dibattito sulla libertà d’informazione ferve, lo so. Ci tornerò tra poco. Ora però ho l’urgenza di salutare da qui con vero dolore Teresa Strada, la moglie di Gino, anima di Emergency. Se ne è andata dopo una lotta serena e faticosa. Io ne ricorderò sempre la dolcezza e la disponibilità verso chiunque avesse bisogno di lei. E la coraggiosa determinazione con cui si è battuta per i tanti obiettivi e le tante campagne dell’associazione. Penso che nell’Italia limacciosa di questi decenni la sua presenza sia stata una specie di gemma, non riesco a trovare una parola più appropriata. A Gino un abbraccio carissimo, che penso sia condiviso da tutti i blogghisti più affezionati (si può andare sul sito di Emergency, comunque, per un saluto pubblico). Accidenti però, è davvero inutile cercare una proporzione nei fatti della nostra esistenza…
(Nando dalla Chiesa)

Ciao Teresa. Con dolore

Emergency, un’idea di pace in Darfur

Emergency torna in campo per dare una speranza ai più piccoli: parte oggi la campagna “la nostra idea di pace” per costruire un centro pediatrico a Nyala, la capitale del Sud Darfur.

Da oggi al 22 ottobre chi è utente di Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia potrà sostenere il progetto dell’associazione umanitaria italiana mandando un sms al numero 48587 del valore di un euro oppure chiamare lo stesso numero dalla rete fissa Telecom Italia per il valore di due euro, e il ricavato sarà devoluto interamente a Emergency.

Dopo il successo di Diritto al cuore, la precedente campagna per sostenere l’ospedale cardiochirurgico Salam in Sudan, un centro di eccellenza voluto nel cuore dell’Africa dall’associazione fondata da Gino Strada, ora Emergency pensa soprattutto ai bambini, in uno dei centri più colpiti dalla guerra in Darfur.

A Nyala abitano oltre un milione e mezzo di persone e la maggior parte sono profughi della guerra costretti ad accamparsi in sette campi sorti nei sobborghi della città. Il centro di Emergency garantirà assistenza sanitaria qualificata 24 ore su 24 gratis ai bambini fino a 14 anni di età, che soffrono soprattutto per la malnutrizione, infezioni alle vie respiratorie, gastrointestinali e malaria, oltre a effettuare campagne di immunizzazione e di educazione igienico-sanitaria.

Nel centro ci sarà anche un ambulatorio per lo screening dei pazienti cardiopatici da trasferire al Centro Salam di Khartoum per interventi chirurgici: la struttura di Nyala, infatti, farà parte del programma regionale di pediatria e cardiochirurgia che ha il suo fulcro nel centro Salam.

Il terreno per la struttura è stato messo a disposizione dal governatorato del Sud Darfur con la collaborazione del locale ministero della Sanità. Per realizzare e avviare la struttura servono 600mila euro: tutti possono dare una mano con un semplice sms, per garantire alla popolazione provata da una guerra ancora lontana da una soluzione, e soprattutto ai più piccoli, il diritto fondamentale alla salute.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: