Archivi delle etichette: Libera

Le mafie mi fanno schifo. Oggi come domani

A Bari, lo scorso 15 Marzo, l’Associazione Libera, presieduta da Don Luigi Ciotti, ha celebrato la XIII Giornata Nazionale della Memoria e dell’Impegno in ricordo di tutte le vittime di mafia che ha visto la straordinaria presenza di quasi 120 mila persone che hanno marciato per la città in nome di quei valori fondamentali quali la pace, la solidarietà, la democrazia, l’antimafia, la giustizia e la legalità che oggi si cerca di minare e di destabilizzare non considerati assiomi indispensabili per le nostre esperienze quotidiane.

Tra i presenti c’erano anche 300 ragazzi circa provenienti da tutta Europa, rappresentanti di tutte le associazioni europee impegnate a fronteggiare e a combattere le mafie, con il preciso intento di aggiungere un importante tassello in quel mosaico che si sarebbe dovuto e voluto presentare in giugno a bruxelles al parlamento europeo.

Quei giorni di giugno sono arrivati e quello stesso mosaico di pace, di colori, di trasparenza, di legalità, di solidarietà, è stato ulteriormente perfezionato da tutte le maestranze che hanno voluto prendere parte a questa nuova rappresentazione della realtà europea che vuole globalizzare l’antimafia.

E con il dispiacere di non essere stato fisicamente presente, ma anche, senza ipocrisia, con la gioia, grande, sincera, viva, per quello che è accaduto a Bruxelles in questi giorni, condivido con voi quelle che sono state le impressioni e le emozioni di chi le ha vissute anche per noi sapendo bene che esiste una gioventù non issata a mito cinematografico ma a modello di una generazione che non si lascia nè vuole piegarsi all’innaturalezza e alle illegalità del nostro tempo.

La meglio gioventù? E’ in Europa di Nando dalla Chiesa
Bruxelles nel cuore. E nella storia
Contromafie Europea
L’Agorà della legalità

Colpiamo i patrimoni delle mafie internazionali!
A Bruxelles “Contro tutte le Mafie”

” ..tutte le forme di illegalità sono nemiche del cambiamento, inquinano i comportamenti della gente, i processi dello sviluppo economico e civile”.

” E’ bello vedere tanti giovani che riflettono, studiano e approfondiscono questi temi e cercano di conoscersi. Su di loro si basa la speranza di creare una nuova forza generatrice. Dobbiamo essere capaci di vivere le nostre libertà, di difendere i diritti in nome degli altri…”

Bisogna invece resistere e resistere!
Questa è una parola attiva, che significa stare insieme, essere presenti, superare la tentazione di dire basta! Bisogna camminare insieme sui sentieri di giustizia, diritti e libertà di tutti. La speranza ha bisogno di noi!”.

Perché a Bruxelles, sappiatelo, è nato un pezzo di storia.


Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: